Antonio Vivaldi

Piccoli Ritratti d'Autore. Cibo, vino & buona musica.

I capelli rossi e la vita ecclesiastica gli procurarono il nomignolo” Il prete  rosso”.

Nato a Venezia nel 1678, fu il padre, umile barbiere ma anche violinista nell’orchestra della Basilica di San Marco, a iniziarlo agli studi di violino. La sua composizione più nota è la sinfonia Le quattro stagioni  che mostra la capacità del musicista di ricreare i suoni ricorrenti nelle stagioni. Il termine però fa venire in mente ai profani la famosa omonima pizza…
Si racconta che pari passi andasse la passione per la musica e per il riso in tutte le sue versioni culinarie.

Musicista barocco.
corso-di-violino

Noti in questo periodo i banchetti accompagnati dalla musica, tavole abbondanti per piatti a base di fagiani, pavoni, capponi, tortore, galli, mandorle, pistacchi, prugne, bietole, miele.

Curiosa notizia: nella terra del Brunello di Montalcino un viticoltore, appassionato di vino e musica classica, ha scoperto che la vite cresce meglio e più sana se “ascolta” le sinfonie di Vivaldi. Perché non provare con i vostri bambini?

Intervista ad Eugenio Bennato

8 gennaio 2016

Osteria della Sghisa

5 gennaio 2016

Intervista a Claudio Lolli

5 febbraio 2015